INTERNAZIONALIZZAZIONE

Attraverso gli strumenti di SIMEST affianchiamo l’impresa in tutto il ciclo dell’internazionalizzazione sui mercati UE ed Extra UE. Le caratteristiche dei prodotti e le condizioni economiche sono riportate nella sezione trasparenza.

Home
Sostegno alle imprese italiane esportatrici in Ucraina, Federazione Russa o Bielorussia

Beneficiari: PMI e Mid Cap costituite in forma di società di capitali, aventi sede legale in Italia che abbiano depositato presso il Registro Imprese almeno tre bilanci relativi a esercizi completi, e abbiano un fatturato export medio nel triennio 2019-2021 derivante da esportazioni dirette verso Ucraina, Federazione Russa e/o Bielorussia pari ad almeno il 20% rispetto al fatturato totale del triennio.

Agevolazione: Finanziamento a tasso zero fino al 100% delle spese ammesse con possibilità di richiedere un contributo a Fondo Perduto per un importo fino al 40% del finanziamento richiesto in regime di Temporary Crisis Framework con un massimale di Euro 400.000. L’importo massimo dell’Intervento che l’Impresa Richiedente può chiedere è pari Euro 1.500.000 in funzione della classe di scoring e comunque non superiore al 25% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’Impresa Richiedente

Finalità: sostenere le imprese colpite dalla crisi a seguito dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina in quanto esportatrici dirette verso l’Ucraina e/o la Federazione Russa e/o la Bielorussia, con la conseguente perdita di fatturato e relativo perturbamento dei flussi commerciali, mediante il sostegno finanziario per interventi finalizzati al recupero di quote del proprio fatturato estero perso e all’individuazione di nuovi mercati alternativi, per mantenere e salvaguardare la propria competitività sui mercati internazionali.

 

SCHEDA

Sostegno alle imprese esportatrici con approvvigionamenti da Ucraina e/o Federazione Russa e/o Bielorussia

Beneficiari: PMI e Mid Cap costituite in forma di società di capitali, aventi sede legale in Italia che abbiano depositato presso il Registro Imprese almeno tre bilanci relativi a esercizi completi, avere un rapporto Fatturato medio estero totale/Fatturato medio totale almeno pari al 10% e abbiano sulla base degli ultimi tre bilanci (2019-2021), una quota minima di approvvigionamenti da Ucraina e/o Federazione Russa e/o Bielorussia, rispetto agli approvvigionamenti complessivi, pari ad almeno il 5%

Agevolazione: finanziamento a tasso zero fino al 100% delle spese ammesse con possibilità di richiedere un contributo a Fondo Perduto per un importo fino al:
• 40% del finanziamento richiesto in regime di Temporary Crisis Framework con un massimale di Euro 400.000.
• L’importo massimo dell’Intervento che l’Impresa Richiedente può chiedere è pari Euro 1.500.000,00 in funzione della classe di scoring e della quota di approvvigionamenti verso le tre aree e comunque non superiore al 25% dei ricavi medi risultati dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa.

Finalità: finanziamento destinato alle imprese esportatrici verso qualunque geografia con approvvigionamenti da Ucraina e/o Federazione Russa e/o Bielorussia e che subiscano un calo degli stessi o un aumento complessivo del costo totale di tali forniture.

Apertura sportello da settembre 2022

 

SCHEDA