INTERNAZIONALIZZAZIONE

Attraverso gli strumenti di SIMEST affianchiamo l’impresa in tutto il ciclo dell’internazionalizzazione sui mercati UE ed Extra UE. Le caratteristiche dei prodotti e le condizioni economiche sono riportate nella sezione trasparenza.

Home

Il 28 ottobre 2021 riapre il Fondo 394 grazie alle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) – NextGenerationEU.

Nuove linee di finanziamento a tasso agevolato e fondo perduto per la transizione digitale e green delle PMI italiane a vocazione internazionale.

Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione internazionale

Beneficiari: PMI con sede legale in Italia e costituite in forma di società di capitali che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi e che abbiano un fatturato export di almeno il 10% nell’ultimo anno o del 20% nell’ultimo biennio.

Agevolazione: lo strumento ha una durata di 6 anni, con 2 di pre-ammortamento, e un importo massimo finanziabile di 300.000 euro che non può comunque superare il 25% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

Il contributo a fondo perduto sarà fino al 25% per il 2021. Il contributo sale al 40% dell’importo complessivo del finanziamento richiesto se il Richiedente ha almeno una sede operativa in una delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Finalità: finanziamento agevolato in regime “de minimis” con co-finanziamento a fondo perduto in regime di “Temporary Framework” (subordinatamente alla preventiva autorizzazione da parte della Commissione europea) per la realizzazione di investimenti volti a favorire la Transizione Digitale (almeno il 50% del totale del finanziamento) ed Ecologica delle PMI e promuoverne la competitività sui mercati esteri.

Apertura sportello: 28 ottobre – 31 dicembre 2021

 

Scheda

Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema

Beneficiari: PMI con sede legale in Italia e costituite in forma di società di capitali che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno un bilancio relativo a un esercizio completo.

Agevolazione: l’importo massimo del finanziamento è pari a 150.000 euro e non può comunque superare il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. Il periodo di rimborso è di 4 anni, con 1 anno di pre-ammortamento. Almeno il 30% del finanziamento deve essere destinato a spese digitali connesse all’evento, a meno che l’evento stesso non sia a tema digital o ecologico.

Il contributo a fondo perduto sarà fino al 25% per il 2021. Il contributo sale al 40% dell’importo complessivo del finanziamento richiesto se il Richiedente ha almeno una sede operativa in una delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Finalità: Finanziamento agevolato in regime “de minimis” (Regolamento UE n. 1407/2013) con co-finanziamento a fondo perduto in regime di “Temporary Framework” (subordinatamente alla preventiva autorizzazione da parte della Commissione europea), per sostenere la partecipazione a un singolo evento di carattere internazionale, anche virtuale tra: fiera, mostra, missione imprenditoriale e missione di sistema, per promuovere l’attività d’impresa sui mercati esteri o in Italia.

Apertura sportello: 28 ottobre – 31 dicembre 2021

 

Scheda

Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (E-commerce)

Beneficiari: PMI con sede legale in Italia e costituite in forma di società di capitali che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.

Agevolazione: L’importo finanziabile va da 10.000 euro fino a un massimo di 300.000 per una piattaforma propria e fino a un massimo di 200.000 per market place, senza comunque superare il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. La durata del finanziamento è di 4 anni con 1 anno di pre-ammortamento.

Il contributo a fondo perduto sarà fino al 25% per il 2021. Il contributo sale al 40% dell’importo complessivo del finanziamento richiesto se il Richiedente ha almeno una sede operativa in una delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Finalità: Finanziamento agevolato in regime “de minimis”, con co-finanziamento a fondo perduto in regime di “Temporary Framework” (subordinatamente alla preventiva autorizzazione da parte della Commissione europea) per:
(1) la creazione di una nuova piattaforma propria;
(2) il miglioramento di una piattaforma propria già esistente;
(3) l’accesso ad un nuovo spazio/store di una piattaforma di terzi (i.e. market place), per commercializzare in paesi esteri beni/servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.

Apertura sportello: 28 ottobre – 31 dicembre 2021

 

Scheda

Misure antecedenti al 28 ottobre 2021